Metti una giornata su una spiaggia cinese

mercoledì, febbraio 04, 2015 4 Comments A+ a-


Della nostra esperienza sull'isola di Hainan vi ho già raccontato qui, ma oggi vorrei concentrarmi su quello che accade su una spiaggia cinese

Ci tengo però a fare una premessa, sarà un post ironico con l'obiettivo di evidenziare le differenze culturali che ho trovato e non certo di criticarle o prenderle in giro. 

Gli occidentali e i cinesi approcciano una giornata in spiaggia in maniera completamente diversa a partire dal vestiario: noi in costume da bagno minimal per ottenere un'abbronzatura perfetta, loro vestiti nella maniera più disparata. Dalla divisa del vancaziero (maglietta e pantaloncini stile tropicale abbinati - venduti praticamente in ogni negozio di Sanya) a gonne, pantaloni lunghi e foulard.



Mentre noi avvicinandoci all'acqua vestiti facciamo attenzione a non schizzarci, loro invece entrano in acqua vestiti di tutto punto, senza mostrare il  benchè minimo fastidio!

Anche le attività da spiaggia sono differenti. Noi sdraiati a prendere il sole, leggere, ascoltare musica e al massimo una passaggiata sul bagnasciuga, loro invece a fare nell'ordine:
- foto con pupazzi stile Disneyland che spopolano in spiaggia


- servizi fotografici familiari con fotografi (semi) professionali 



- scrivere i caratteri cinesi sulla sabbia (questo lo trovo davvero super affascinante!)



- partite da pallavolo con almeno 25 persone in campo!


- giri su scooter d'acqua rigorosamente vestiti!
Infine una delle attività più diffuse su Yalong Bay sono i servizi fotografici matrimoniali. C'è infatti un intero tratto di spiaggia dedicato a questo. E durante la giornata si possono vedere decine e decine di coppie di sposi che passano ore e ore a scattare foto posate (tutti nelle stesse location predefinite - così che alla fine tutti hanno foto simili!) con annesse ovviamente foto in acqua completamente vestiti! 





Insomma, vi assicuro che le giornate passate in spiaggia sono davvero volate osservando tutte queste loro abitudini così diverse dalle nostre. D'altro canto noi dobbiamo essere sembrati ai loro occhi ugualmente "strani" dato che continuavano a fissarci, ci fotografavano e si avvicinavano cercando di comunicare con noi (parlando però solo cinese!!).

Adoro viaggiare da sempre. Amo tutto dei viaggi, dal fantasticare su una meta, a conoscere nuove culture e persone, vedere nuovi posti vicini e lontani, perdersi in strade che non si conoscono, assaggiare nuovi sapori. Fin da bambina sono sempre stata molto curiosa e ho sempre avuto una voce dentro che mi esortava a partire, conoscere posti nuovi ed intraprendere nuove esperienze. Con l'età adulta ho iniziato a viaggiare assiduamente, il mio sogno è quello di poter vedere il mondo intero, credo infatti che ogni luogo possa trasmetterci qualcosa. Ho aperto questo blog per condividere le mie esperienze con tutti coloro che come me amano fantasticare sui viaggi. Benvenuti a bordo!

4 commenti

Write commenti
angela corna
AUTHOR
4 febbraio 2015 20:25 delete

sono stata a sanya e ho visto tanti sposi x foto e donne fare la loro ginnastica molto dolce .bellissimo.

Reply
avatar
5 febbraio 2015 09:55 delete

Si è un posto molto diverso ma molto bello! Noi ci siamo trovati molto bene.

Reply
avatar
Valentina M.
AUTHOR
10 febbraio 2015 09:39 delete

Anche io sarei stata presa dall'osservare cosa succede intorno a me. Paese che vai, abitudini che trovi!
Mi ero stupita quando in Spagna, così vicino a noi e così simile, nel paese dove abitavo moltissime persone preferivano la piscina al mare, quindi la spiaggia era sempre semi-deserta e la gente ci andava solo a passeggiare e quindi vestita!

Reply
avatar
11 febbraio 2015 12:44 delete

Si infatti, è proprio vero che ogni popolo vive le cose a suo modo!

Reply
avatar