Milos: l'isola dai mille colori.

domenica, settembre 17, 2017 0 Comments A+ a-

milos l'isola dai mille colori

Dopo il viaggio dello scorso anno a Santorini e Naxos, quest'estate abbiamo deciso di andare alla scoperta di un'altra delle tante isole delle Cicladi. La scelta questa volta è caduta su Milos, l'isola dai mille colori. E proprio le fotografie viste in internet ci hanno convinto a sceglierla come meta: un'isola ancora non troppo turistica, con spiagge per tutti i gusti (bianche, nere, di sabbia, di ghiaia, di scogli etc..) e con tanti paesini da esplorare. Dopo quasi 10 giorni passati sull'isola non possiamo che riconfermare la scelta!

Milos è la quinta isola più grande delle Cicladi e si trova nella parte sud occidentale di questo arcipelago. E' un'isola montuosa con pochissima vegetazione. Buona parte dell'isola (tutta la zona ad est e ad ovest) non è percorribile con le auto a noleggio in quanto le strade sono sterrate.
Le zone turistiche si concentrano quindi intorno al porto di Adamas, sulla costa settentrionale e su quella meridionale.

Ma veniamo ai dettagli del viaggio.

Come raggiungere Milos
Milos ha un piccolo aereoporto nel quale atterrano voli da Atene. Se come noi non volete passare dalla capitale greca, dovrete volare su qualche isola vicina e poi prendere un traghetto. Io vi consiglio di prendere un volo su Santorini, in quanto è una delle isole meglio collegate con Milos. Da qui con due ore di traghetto veloce sarete a destinazione. Noi abbiamo preso il traghetto della Seajets.

Dove soggiornare
Durante il nostro soggiorno abbiamo deciso di stare ad Adamas, cosa che consiglio caldamente. Il porto infatti si trova in una posizione strategica per visitare i luoghi e le spiagge più importanti dell'isola.
Qui vi posso consigliare il nostro studio, Tilemachos Studios, perchè si trova in una posizione ottimale (vicino ad un supermercato, una bakery, e a 5 minuti a piedi dal lungomare con ristoranti e negozi), la pulizia è eccellente e i proprietari sono un'adorabile famiglia greca che si farà in quattro per rendere il vostro soggiorno indimenticabile.

Come girare per Milos
Milos è un'isola relativamente grande, meglio quindi girarla in auto o in quad. Ci sono anche degli autobus che collegato le località più turistiche ma le corse non sono così frequenti e in orario.
Noi abbiamo noleggiato un auto con Milos car. Se andate in alta stagione prenotatela con un po' di anticipo, altrimenti rischierete di rimanere a piedi.

Quali spiagge vedere
Come dicevo a Milos di spiagge c'è l'imbarazzo della scelta. Noi siamo riusciti a vedere quelle più facilmente raggiungibili in quanto viaggiavamo con una bimba piccola.
Una regola importante da ricordare è che se soffia Meltemi le spiagge dove andare sono quelle a sud che risultano essere molto riparate dal vento. La zona settentrionale andrebbe visitata in giornate poco ventose.

Iniziamo dalla spiaggia più famosa ed iconica di Milos: Sarakiniko. Un paeseggio lunare composto da scogliere bianchissime che si stagliano su un mare blu. E' il set ideale per scattare centinaia di foto! Il posto è ovviamente sempre molto frequentato, consiglio quindi di andarci al mattino presto o al tramonto. C'è da dire però che le persone vanno e vengono e pochi si fermano, quindi un posticino per godere di questa bellezza naturale lo si trova sempre. La spiaggia di per sè non è niente di eccezionale, una piccola insenatura dove il mare è sempre calmo.

Sempre sulla costa Nord, un'altra spiaggia molto bella è Plathenia. Qui lo scenario è completamente differente, una bella baia con sabbia bianca. La spiaggia è attrezzata anche se gli ombrelloni sono pochi e c'è anche un piccolo snack bar.

Sulla punta nord orientale si trova invece Pollonia, un bel paesino con una lunga spiaggia. Noi ci siamo stati solo alla sera, ma la località è davvero molto ventosa. Da Pollonia partono i traghetti per andare a visitare la vicina isola di Kimolos.

Nella zona sud invece ci sono a mio parere le spiagge più belle.

Provatas è una bella spiaggia di sabbia, attrezzata con lettini (10€ al giorno) e un paio di taverne dove pranzare. La spiaggia è molto riparata dal vento e il mare calmo. E' una spiaggia ideale per i bambini in quanto il mare degrada molto lentamente.

Subito dopo Provatas si trova la spiaggia di Firiplaka, anch'essa attrezzata. Qui i colori delle rocce sono i veri protagonisti. La spiaggia purtroppo è sempre abbastanza affollata.
Sulla parte opposta del promotorio si trova invece Tsigrado, una spiaggia alla quale si accede con una corda. Noi non ci siamo stati in quanto con la bimba era praticamente impossibile da fare!

Andando più verso est si trovano altre due spiagge molto carine.
Kyriaki è una spiaggia di sassolini e conchigliette bianche. Una parte della spiaggia è attrezzata ma l'ingresso al mare è difficoltoso in quanto ci sono grandi massi. Nel tratto di spiaggia libera invece si riesce ad entrare in acqua facilmente.

Infine Paleochori, che è stata la nostra spiaggia preferita. Qui i colori delle rocce sono eccezionali, la zona è sulfurea e quindi capita di stare con i piedi in acqua e sentire un forte calore provenire dal fondale del mare.
La spiaggia è composta principalmente da sassolini di tutti i colori. E' attrezzata in tre zone, ma essendo grande non è mai affollata. Io consiglio di stare nella zona centrale proprio sotto la taverna Pelagos (ideale per un pranzetto squisito!). Qui gli ombrelloni costano 10€.
Alla fine della baia si trova il ristorante Scirocco, famoso per la suo "vulcanic food", in sostanza cucinano utilizzando il calore delle pietre. Da provare assolutamente i loro piatti a base di pesce.

Quali paesini visitare
A Milos i paesini da visitare sono tanti e tutti differenti tra di loro.
Due villaggi di pescatori sono per me imperdibili: Mandrakia e Klima. Il primo è davvero piccolo, un paio di casette, un ristorante, un'affittacamere e un porticciolo affascinante con tutte le rimesse delle barche colorate. Ideale per un aperitivo dopo essere stati in qualche spiaggia della costa nord.


Klima invece lo consiglio per cena. E' un bellissimo paesino di pescatori, con anche qui tante casette tutte colorate e una baia che al tramonto è semplicemente incantevole.


Imperdibile una cena al ristorante Astakas, con i tavoli affacciati sul mare. Qui si mangia dell'ottimo pesce, ma consiglio di prenotare altrimenti non troverete posto in alta stagione.

Una sera dedicatela invece alla scoperta del capoluogo dell'isola, Plaka: un classico paesino delle Cicladi.Vi consiglio di arrivare per l'ora del tramonto, perché la vista è davvero suggestiva. Vagate poi per le stradine del centro piene di locali e ristorantini. E se avete voglia arrampicatevi sulla collina e raggiungete il castello veneziano che domina il capoluogo.
tramonto plaka milos

Per trascorrere una serata più raffinata potete fare un giro a Pollonia. Questo villaggio dista circa 10 km da Adamas e rispetto alle altre località è a mio avviso un po' più trendy (qui potete trovare anche un sushi bar). Non aspettatevi una Porto Cervo eh..ma sicuramente offre tanti ristoranti di buon livello sul lungomare, locali dove gustarsi un buon cocktail e due taverne super consigliate dove mangiare cucina tipica greca: Armira e Enalion, entrambe si trovano proprio all'ingresso del paese. Non perdetevi anche la tipica chiesetta delle Cicladi appena dietro il lungomare. Il paesino essendo sulla costa Nord è sempre molto ventilato.

Infine vi consiglio di passare anche una serata ad Adamas: tanti locali e ristoranti sia vicino al porto che sul lungomare e una gelateria strepitosa, Aggeliki, una vera istituzione! E se amate gli yatch al porto troverete ogni sera decine di imbarcazioni da fare girare la testa.


Un ultimo consiglio, Milos ha tante spiagge raggiungibili solo via mare, se potete quindi fate l'escursione in barca. Al porto ci sono tante agenzie che ne propongono di tutti i tipi e con vari prezzi. Noi con la bimba piccola non abbiamo potuto fare questa esperienza, ma se dovessimo tornarci sicuramente non ce la faremmo scappare!

Adoro viaggiare da sempre. Amo tutto dei viaggi, dal fantasticare su una meta, a conoscere nuove culture e persone, vedere nuovi posti vicini e lontani, perdersi in strade che non si conoscono, assaggiare nuovi sapori. Fin da bambina sono sempre stata molto curiosa e ho sempre avuto una voce dentro che mi esortava a partire, conoscere posti nuovi ed intraprendere nuove esperienze. Con l'età adulta ho iniziato a viaggiare assiduamente, il mio sogno è quello di poter vedere il mondo intero, credo infatti che ogni luogo possa trasmetterci qualcosa. Ho aperto questo blog per condividere le mie esperienze con tutti coloro che come me amano fantasticare sui viaggi. Benvenuti a bordo!