Cosa fare e vedere a Grand Bahama: la nostra mini guida

domenica, febbraio 09, 2020 0 Comments A+ a-

cosa vedere a grand bahama


Che le mete tropicali siano la nostra passione sicuramente non è un mistero, basta guardare le sezioni del blog. Era però da due anni che eravamo "a digiuno" (per una buona causa eh..la nascita del nostro secondo piccolo viaggiatore), e così quando è arrivato il momento di scegliere la meta per l'estate 2019 non abbiamo avuto dubbi, torniamo alle Bahamas e più precisamente a Grand Bahama.
Alle Bahamas eravamo già stati 10 anni fa, ai tempi avevamo scelto l'isola di Exuma (per approfondire Bahamas: spiagge deserte, mare cristallino e tanti sorrisi), un'isola selvaggia ad un'ora e mezza di volo da Miami.
Questa volta abbiamo preferito una meta più vicina alle coste americane e con più servizi (ospedale, farmacie, supermercati ecc.) e seppur più turistica rispetto ad Exuma, Grand Bahama non ci ha per nulla deluso, anzi!

Come arrivare a Grand Bahama

Tra le oltre 700 isole che compogono le Bahamas, Grand Bahama è quella più vicina alla Florida. Ha un'aeroporto internazionale (Freeport) collegato con parecchi voli giornalieri a Miami e Fort Lauderdale in primis ed altre città americane.
Noi abbiamo raggiunto l'isola con la compagnia Bahamas air che opera da Fort Lauderdale e con 25 minuti di volo ti porta sull'isola.
In alternativa Grand Bahama è collegata alla Florida anche con dei traghetti veloci (Balearia Carribean) che in 4 ore e 30 minuti portano da Fort Lauderdale a Freeport, ma il costo è elevato e simile ad un volo aereo per questo noi abbiamo optato di raggiungere l'isola via aria.

Come muoversi a Grand Bahama

Il modo migliore per visitare l'isola è a nostro avviso in auto. In alternativa si può optare per i taxi o gli autobus (anche se noi non ne abbiamo visti molti in giro).
La compagnia di noleggio più consigliata sull'isola di Grand Bahama è Brad's Car Rental che ha un ufficio all'aereoporto e offre anche il free pick up in hotel/appartamento.
L'isola si gira abbastanza facilmente, le strade sono poche ma purtroppo non segnalate molto bene mentre invece sono bene illuminate di sera. L'unico inconveniente è che la guida è a sinistra, eredità del colonialismo britannico, e spesso le auto a noleggio sono americane, quindi con cambio automatico e volante a sinistra. Ma dopo uno smarrimento iniziale ci si fa l'abitudine.

Cosa fare e vedere a Grand Bahama

Le spiagge

L'attività principale a Grand Bahama è ovviamente la vita da spiaggia anche perchè con un mare che sembra una piscina naturale sarebbe impensabile altrimenti.
Sull'isola si trovano sia spiagge selvagge che spiagge attrezzate con lettini e bar e altri servizi (come vari sport acquatici).
  • Coral Beach: la spiaggia davanti al nostro appartamento è una delle più belle che abbiamo visto, lunghissima, sabbia bianchissima, mare che degrada lentamente. Non è attrezzata a meno che non alloggiate al Coral Beach. E' presente un pool bar, il SandPiper, accessibile a tutti dove bere un drink o mangiare qualcosa.
coral beach grand bahama

  • Paradise's Cove: si trova nella parte occidentale dell'isola di Grand Bahama a circa 30 minuti di auto da Freeport ed è la meta ideale se volete fare snorkeling. La spiaggia è privata e l'ingresso costa 4,50$ a persona (i bambini piccoli non pagano) e in loco si possono noleggiare l'ombrellone (7$) e i lettini (6$) e tutto l'occorente per fare snorkeling. Noi abbiamo portato maschera e boccaglio da casa. E' presente anche un bar/ristorante dove rifocilarsi dopo la nuotata (è vietato portare cibo o bevande dall'esterno) e ha prezzi onesti. La spiaggia di per sè non è nulla di chè, anzi l'acqua a riva è abbastanza torbida e molto influenzata dalla marea. Consiglio di controllare sempre le maree sul sito Marea Grand Bahamas perchè è ideale visitare questa spiaggia durante l'alta marea per godere al meglio la possibilità di snorkeling. Il reef infatti si trova a pochi metri da riva, qui potrete nuotare con tante tartarughe marine ed avvistare anche squali e barracuda. In loco poi si possono effettuare anche uscite di snorkeling con delle guide locali. A pochi metri da Paradise's Cove si trova anche la spiaggia dove è possibile nuotare con i maiali, noi però abbiamo evitato di andarci perchè a differenza di Exuma, dove i maiali sono autoctoni, qui sono stati portati solo per i turisti.
paradise cove grand bahamavedere tartaruga marina grand bahama

  • Taino Beach: in realtà esistono due Taino Beach, una completamente attrezzata, con anche zip lane, meta dove vengono portati i croceristi che ogni giorno arrivano sull'isola e poi ne esiste una a fianco, libera con un baretto sulla spiaggia.
  • Banana Bay: Questo spiaggia si trova poco prima di Fortuna Beach arrivando da Freeport. Si possono affittare i lettini per 4$ presso l'omonimo ristorante. Quando siamo andati noi era piena di alghe e non ci ha entusiasmato.
  • Fortuna Beach: è una lunga spiaggia bianchissima con alle spalle vegetazione tropicale, qui sorge anche il resort all inclusive Viva Fortuna Beach.
  • Gold Rock Beach: questa spiaggia la si può raggiungere visitando il Lucaya National Park e percorrendo il sentiero all'interno del parco.

Cosa fare a Grand Bahama in alternativa alle spiagge

Se volete interrompere la monotonia delle giornate passate in spiaggia sull'isola ci sono un paio di escursioni interessanti da poter fare. Varie agenzie organizzato differenti tour sull'isola di Grand Bahama ma a nostro avviso le escursioni possono essere fatte senza problemi anche in autonomia.

Garden's of the groves

Poco più a nord rispetto a Banana Bay si trova il Garden's of the groves, un bel giardino botanico con vegetazione tropicale. L'ingresso è a pagamento e costa 17$ per gli adulti e 12$ per il bambini dai 5 ai 12 anni. All'interno oltre a sentieri nella natura, laghetti, un bar/ristorante si può trovare anche un playground per i bambini.

Lucayan National Park

Il Lucayan National Park si trova a circa 45 km a est di Freeport. All'interno del parco potete trovare vari percorsi in mezzo alla natura con mangrovie e palme, un sistema di grotte e tunnel. Al suo interno si trovano anche varie spiagge, la più famosa Gold Rock beach dove riposarsi e rinfrescarsi dopo il trekking.

Cosa fare a Grand Bahama se c'è brutto tempo

In caso di pioggia e brutto tempo due alternative che potete avere per passare la giornata sono un giro al Port Lucaya Marketplace, una sorta di centro commerciale all'aperto ma con i portici, dove si può trovare uno straw market (il mercato della paglia, onestamente molto turistico rispetto ad altri visitati in altri paesi), vari negozi e diversi locali dove mangiare o bere un drink. Qui si trova anche l'ufficio turistico che però noi abbiamo sempre trovato chiuso.
Se siete appassionati di birra invece un'altra opzione potrebbe essere quella di visitare The Bahamian Brewery, una fabbrica di birra locale. Durante la visita vi verrà spiegato come si produce la birra e potrete anche degustarla.
port lucaya marketplace grand bahama

Dove mangiare a Grand Bahama

Sull'isola di Grand Bahama ci sono tanti ristoranti da provare un po' per tutti i gusti, da quelli più local alle catene di fast food come Wendie's, Domino's Pizza o KFC. Noi ne abbiamo provati alcuni tra quelli più consigliati dalla nostra proprietaria di casa:
  • Agave: ristorante nel centro di Port Lucaya Marketplace molto tipico e perfetto per mangiare tante pientanze locali. Il locale si presta anche per un drink dopo cena. Noi abbiamo mangiato frittelle di conch e una grigliata di pesce squisita. Il costo non è basso ma la qualità merita.
  • Zorbas: anche questo ristorante si trova a Port Lucaya Marketplace. E' un ristorante greco molto raccomandato dai locali. Noi lo abbiamo voluto provare per cambiare un po' il tipo di cucina ma non ci ha entusiasmato. Sarà perchè abbiamo mangiato più volte in ristoranti greci in Grecia siamo rimasti un po' delusi dalla qualità. Piatti semplici ma nulla di chè.
  • Smith's Point: questo è stato sicuramente il nostro posto preferito, un ristorante molto spartano a Taino Beach dove friggono qualsiasi cosa. La serata da non perdere è quella del mercoledì con il famoso Fry Fish. Delle signore friggono senza sosta pesce e conch, si ordina al bancone e poi si prende posto sui grandi tavoli in legno. Il tutto accompagnato da buona musica con deejay/gruppi che cantano e tante persone che ballano a pochi metri dal mare.
smith point grand bahama

  • Sandpiper:  è il pool restaurant del Coral Beach Condo ed è perfetto per una pausa pranzo o per un'aperitivo (fino alle 19 c'è l'happy hour con due cocktail a 7$). Si possono mangiare burger, conch fritto, hot dogs ed altri piatti semplici a prezzi contenuti. Al venerdì sera c'è la BBQ night e con un prezzo fisso di 18$ si possono mangiare costolette e pollo alla griglia cenando a bordo piscina.
  • Banana Bay: è il ristorante affacciato sull'omonima spiaggia. Serve cucina locale e piatti semplici di stampo americano.
  • Paradise Cove Restaurant: se siete a Paradise Cove per fare snorkeling fermatevi anche a pranzo. Un bel ristorante spartano in legno con una vista spettacolare sulla laguna. Si mangiano piatti locali come il conch fritto o grigliato oppure hamburger.
  • Fergie's: se volete provare freschissimi smoothie fate tappa da Fergie's a Port Lucaya Marketplace. E' un baretto in legno davanti allo strawmarket, potete scegliere la frutta che preferite al momento e per 6$ avrete un buonissimo smoothie.
Se invece preferite cucinare in casa, sull'isola ci sono due catene di supermercati: Solomon's e Sawyer's Fresh Market. Noi siamo sempre andati da Solomon's a Port Lucaya che è un grande supermercato con tanta scelta, i prezzi però sono decisamenti molto alti.

Cosa mangiare a Grand Bahama

A Grand Bahama è possibile provare sia la cucina locale che piatti più internazionali, oltre ai classici piatti americani.
La cucina delle Bahamas è gustosa, con un uso sapiente delle spezie. Il riso è un alimento di base che accompagna spesso i piatti principali. Il pesce è un altro alimento che troverete facilmente. Oltre agli snapper e groupier, classici dei mari tropicali, si mangiano anche aragoste, gamberi, cozze ecc.
E poi c'è il conch, che è il piatto nazionale. Si tratta di un mollusco che vive all'interno di conchiglie dall'aspetto stupendo e che viene cucinato in tantissimi modi diversi: fritto, grigliato, bollito o crudo nella conch salad.
Da non perdere poi i cocktail tropicali che si possono gustare nei vari locali sull'isola, uno tra tutti è il Bahama Mama, a base di rum, rum di coco, liquore alla frutta e succo. Molto buona anche la birra locale Kalik e ovviamente il rum che anima le serate sull'isola di Grand Bahama.
bahama mama grand bahama

Dove dormire a Grand Bahama

Sull'isola esistono tante opzioni dove soggiornare, da villaggi all inclusive come il Viva Fortuna Beach, ad hotel di diverse categorie ad appartamenti da affittare.
Noi abbiamo optato per l'ultima e abbiamo preso in affitto un bellissimo appartamente presso il Coral Beach hotel & apartment. Si tratta di un condominio privato affacciato sulla spiaggia Coral Beach. Il loco ci sono diversi proprietari di appartamenti che affittano durante l'anno. Il condominio sorge circondando da un bel giardino tropicale, ha una security 24 ore su 24 che controlla costantemente tutta la proprietà, ha una piscina privata con un bel pool bar/restaurant e una spiaggia privata con ombrelloni a disposizione degli ospiti.
Il nostro appartamento è stato affittato su un sito di rental house VRBO. Un bellissimo trilocale dotato di tutti i comfort tipici delle case americane (aria condizionata, fan a soffitto, mega frigorifero, forno e forno a micronde, lavastoglie, TV via cavo ecc.). Su ogni piano poi è presente un locale lavanderia con lavatrice e asciugatrice disponibile per gli ospiti che possono acquistare per 2$ dei token per utilizzare le macchine.
Il condominio Coral Beach si trova a poca distanza da Port Lucaya Marketplace e a 10 minuti di auto dall'aereoporto. Come posizione secondo me è ottima perchè permette di poter esplorare sia la parte ovest che orientale dell'isola senza fare troppi chilometri in auto.
dove dormire a grand bahama coral beachdove dormire a grand bahama coral beach piscina

Il costo della vita a Grand Bahama

Concludiamo questa mini guida con il tasto dolente: il costo della vita a Grand Bahama. Le Bahamas non sono sicuramente una meta economica. La moneta locale è il dollaro delle Bahamas che segue lo stesso cambio del dollaro americano. Sull'isola infatti si può pagare con dollari americani ma riceverete in cambio moneta locale. Quindi più il cambio con l'euro è vantaggioso più si riuscirà a spendere poco.
In generale il costo della vita è alto, fare la spesa è molto costoso, alcuni alimenti di base come l'acqua possono arrivare a costare anche 10$ per 3 litri. La birra costa in genere tra i 3 e i 5$, a cena non abbiamo mai speso meno di 80$ in due.
Il volo aereo per raggiungere l'isola viene sui 250$ a/r da Miami/Fort Lauderdale e per il noleggio dell'auto noi abbiamo speso 450$ per un'auto economy noleggiata per 10 giorni.
Alternando però pranzi fuori a pranzi in casa sicuramente si può risparmiare.