Trenino del Bernina: informazioni su percorso, prezzi e consigli utili per organizzare l'esperienza

martedì, aprile 11, 2023 0 Comments A+ a-

Guida-Trenino-del-Bernina

Il Trenino del Bernina, anche chiamato Trenino Rosso per il colore dei suoi vagoni, è una di quelle tratte ferroviarie uniche al mondo da percorrere almeno una volta nella vita. Inserito non a caso tra i beni Patrimonio UNESCO, il treno collega l'Italia alla Svizzera attraverso 55 gallerie e 196 ponti, percorrendo i binari ferroviari più alti d'Europa e più ripidi al mondo.
Per vivere al meglio l'esperienza è però importante organizzare bene la tratta, decidere quale treno scegliere e quali fermate effettuare. In questo articolo ti fornisco tutte le informazioni e i consigli necessari per organizzare l'esperienza del Trenino del Bernina.

TRENINO DEL BERNINA: INFORMAZIONI UTILI E CONSIGLI

Da dove parte il Trenino del Bernina?

Il Trenino del Bernina parte dalla stazione di Tirano (SO) in Italia e arriva a St.Moritz in Svizzera, e viceversa, effettuando diverse fermate lungo i 60 chilometri della tratta. Parte dai 429 metri s.l.m. di Tirano e raggiunge i 2.253 metri s.l.m del Passo Bernina superando un dislivello di 1824 metri in soli 22 chilometri, con una pendenza fino al 70 per mille. 
Per effettuare la tratta Tirano - St.Moritz bisogna raggiungere la città in provincia di Sondrio in treno, auto o autubus. In auto è possibile parcheggiare proprio accanto alla stazione dopo il sottopasso dove si trova un ampio parcheggio. In alternativa a Tirano ci sono diversi parcheggi liberi o con strisce blu, che alla domenica sono gratuiti.

Trenino del Bernina: percorso e quali fermate fare

Il Trenino del Bernina fa un percorso da Tirano a St.Moritz che permette di ammirare valli, piccoli paesini, laghi e ghiacciai.
La tratta completa senza fermate ha una durata di circa due ore mezza. Si continua a salire fino alla fermata Ospizio Bernina, la più alta di tutto il percorso, e poi gradualmente si riscende verso St.Moritz.

Quali fermate effettuare

Il numero e la tipologia di fermate da fare lungo la tratta del Trenino del Bernina varia da stagione a stagione ed al tempo a disposizione. Se si effettua andata e ritorno nella stessa giornata il consiglio è di scegliere 2 massimo 3 tappe dove fermarsi. Da considerare che il treno passa con una frequenza di circa uno all'ora, quindi in ogni fermata ci si dovrà fermare come minimo per un'ora prima di poter prendere il treno successivo.

TIRANO
Punto di partenza del treno se si parte dall'Italia ha un piccolo centro storico caratteristico con diversi negozi. Il Trenino del Bernina appena lasciata la stazione passa accanto al Santuario della Madonna di Tirano.

BRUSIO - VIADOTTO CIRCOLARE
Appena lasciato Tirano e aver passato le stazioni minori di Campocologno e Campascio, ecco apparire uno dei punti più panoramici di tutta la tratta, il viadotto elicoidale di Brusio che permette al treno di superare un dislivello sferragliando su questo manufatto di pietra e regalando degli scorci unici ai passeggeri. Unico motivo per fermarsi qui è se si vuole fotografare il treno da terra mentre passa sul viadotto.

LE PRESE
Subito dopo Brusio ecco apparire il lago di Poschiavo, il Trenino del Bernina passa proprio accanto a questo specchio d'acqua e la fermata di Le Prese è quella perfetta se si vuole effettuare una passeggiata sul lungolago.

POSCHIAVO
E' il capoluogo della Valposchiavo, un piccolo paesino con un bel centro storico. Durante il periodo natalizio ci sono i mercatini di Natale.

CAVAGLIA
La fermata di Cavaglia è perfetta da fare durante la stagione estiva, qui infatti ci sono le Marmitte dei Giganti da poter visitare. Siamo a 1.700 metri s.l.m e queste formazioni rocciose visitabili durante la bella stagione si trovano nelle vicinanze della stazione.

ALP GRÜM
Questa è una delle fermate più popolari per l'incantevole panorama che si può ammirare. La stazione è molto carina, un edificio del 1923 che offre un ristorante e una locanda con camere. Da qui si può vedere il ghiacciaio del Palu con l'omonimo lago, la piana di Cavaglia e le Alpi Bergamasche.

OSPIZIO BERNINA
Altra fermata classica nella tratta del Trenino del Bernina, Ospizio Bernina è la stazione più alta di tutto il percorso. Si trova a 2.253 metri s.l.m. Una piccola stazione caratteristica e una bella vista sulle montagne e sul Lago Bianco.

DIAVOLEZZA E LAGALB
Due fermate vicine l'una all'altra permettono entrambe tramite impianti di risalita di raggiungere le cime circostanti. La più famosa è sicuramente Diavolezza che con la funivia inaugurata nel 1956 permette di raggiungere i 3.000 metri. Qui in inverno ci sono piste da sci mentre in estate si possono fare passeggiate. E' la fermata ideale anche per dividere in due giornate il viaggio soggiornando al rifugio Berghaus Diavolezza. Oltre a poter dormire il rifugio offre un ristorante e una vasca idromassaggio panoramica.

MORTERATSCH
La fermata di Morteratsch è quella ideale per chi vuole fare hiking in tutte le stagioni. Da qui partono diversi sentieri, il più famoso è quello che porta con una camminata quasi pianeggiante di 50 minuti a toccare con mano il ghiacciaio Morteratsch. Questa passeggiata è fattibile anche in inverno in quanto il sentiero è di neve battuta.

PONTRESINA
Penultima fermata (non a richiesta) prima di arrivare a St.Moritz, è la porta della Val Roseg, una bellissima valle svizzera esplorabile a piedi o su carrozze trainate da cavalli.

ST. MORITZ
Fermata finale per la maggior parte dei viaggiatori, una località montana a 1.800 metri s.l.m famosa per il lusso e il lifestyle. Un centro pedonale disseminato di negozi di brand di lusso, hotel quattro e cinque stelle e ristoranti gourmet. Appena fuori dal centro abitato e vicino alla stazione si trova anche il grande lago attorno al quale è possibile passeggiare ed in inverno quando ghiaccia anche camminarci sopra.

alp-grum-trenino-bernina

Trenino del Bernina: quale treno scegliere?

Quando si inizia ad organizzare il viaggio sul Trenino del Bernina il primo quesito che ci si pone è quale biglietto acquistare e per quale treno. Facciamo un po' di chiarezza spiegando quali sono le opzioni che esistono.
  • Treno Regionale con vagoni non panoramici di prima e seconda classe, i finestrini si possono abbassare ed il treno passa circa una volta all'ora. I posti non sono prenotabili, quindi chi prima arriva meglio alloggia. Il costo della tratta a/r da Tirano a St. Moritz è di 64 CHF. Si può salire e scendere in tutte le fermate senza limite. Il biglietto ha una durata giornaliera.
  • Treno Regionale con vagoni panoramici: nel treno regionale standard oltre ai vagoni di prima e seconda classe si possono trovare dei vagoni panoramici che si possono acquistare con un supplemento di 5 CHF a persona. In queste carrozze panoramiche i finestrini non si possono abbassare e il posto è prenotato. Se si scende a qualche fermata si perde la prenotazione del posto.
  • Bernina Express: il Bernina Express è invece il treno totalmente panoramico. A differenza del regionale si ferma solo in alcune fermate. I finestrini non sono abbassabili e il posto va prenotato con anticipo. Il supplemento per questo treno varia in base alla stagione e si passa dai 20 CHF della stagione invernale ai 26 CHF della stagione estiva.
Noi abbiamo effettuato la tratta sul treno regionale perché volevamo fermarci in diverse fermate e perchè volevamo scattare dei contenuti fotografici e video.

Trenino del Bernina: prezzi e orari

Come visto il prezzo del Trenino del Bernina varia da tipologia di treno scelto. Il consiglio è di acquistare i biglietti sul sito ufficiale delle ferrovie retiche. Se si viaggia con il regionale senza necessità di prenotazione il biglietto lo si può acquistare anche in stazione. Se si scelgono i vagoni panoramici oppure il Bernina Express è consigliabile prenotare con largo anticipo perché i posti sono spesso esauriti.

La tratta in seconda classe sul treno regionale costa 32 CHF (solo andata), 64 CHF per andata e ritorno. In prima classe il costo è di 56 CHF a tratta.
E' possibile acquistare biglietti anche per tratte più brevi, ad esempio se non si vuole arrivare fino a St.Moritz si può acquistare la tratta Tirano-Pontresina risparmiando circa 4 CHF a tratta in seconda classe. Sul sito si possono visionare tutte le opzioni.

I bambini fino ai 6 anni non compiuti non pagano, mentre dai 6 anni ai 16 anni non compiuti si paga un biglietto scontato del 50%.

Per le famiglie segnalo che ogni prima domenica del mese c'è la possibilità di avere un biglietto famiglia a soli 29 CHF per tutta la famiglia da utilizzare in tutte le zone del GraubundenPass. Per poter essere acquistato ci deve essere minimo un adulto e un bambino oppure due adulti e due bambini fino ai 16 anni. Sicuramente un'ottima iniziativa per risparmiare.

Sempre sul sito delle ferrovie retiche si possono consultare gli orari aggiornati dei treni (che possono variare in base alla stagione). Di base il Trenino del Bernina (il regionale) passa una volta ogni ora mentre il Bernina Express ha una frequenza più limitata.

Trenino del Bernina: qual è la stagione migliore?

E' difficile rispondere alla domanda su quale sia la stagione migliore per andare sul Trenino del Bernina, credo che ogni momento dell'anno regali paesaggi unici. Molto dipende da quale tipo di fermate interessano, dato che alcune sono prettamente estive. Sicuramente se si vogliono fare diverse passeggiate la stagione migliore è l'estate oppure l'autunno, in inverno ed in primavera a quelle quote si trova neve e quindi le possibilità di fare hiking sono limitate. Noi abbiamo effettuato il giro a Marzo e alle quote più basse non c'era già più neve mentre abbiamo trovato tutto imbiancato al Passo Bernina.

panorama-trenino-bernina

Trenino del Bernina: altre informazioni e consigli

  • Se si viaggia sul treno regionale il consiglio è di presentarsi in stazione almeno 30-40 minuti prima della partenza per poter scegliere i posti migliori sui vagoni. Sui regionali se il treno è pieno e non ci sono più posti a sedere sarà interdetta la salita e bisognerà aspettare il treno successivo.
  • Qual è il lato migliore? Dopo aver percorso la tratta su entrambi i lati posso dire che a mio parere il lato migliore è il sinistro partendo da Tirano e il destro partendo da St.Moritz. Ma il consiglio è di fare l'andata su un lato e il ritorno sul lato opposto in modo da poter godere di tutte le visuali possibili.
  • Il treno viaggia tra Italia e Svizzera, è quindi importante avere una carta d'identità valida per l'espatrio per tutti i passeggeri.
  • Sui treni regionali è possibile portare anche le biciclette, c'è una carrozza dedicata.
  • Il treno viaggia sui 30 km/h e questo permette di godersi il paesaggio e di poter scattare foto e fare video anche con il finestrino abbassato (controllate solo che non ci siano gallerie in lontananza!)
  • Se effettui il viaggio con bambini segnalo che alla fermata Morteratsch c'è un bellissimo parco giochi proprio accanto alla stazione.

Trenino del Bernina: dove dormire e mangiare a Tirano

La sera prima di effettuare la tratta sul Trenino del Bernina l'abbiamo passata a Tirano per essere comodi il giorno successivo e poter prendere uno dei primi treni.
Per soggiornare abbiamo scelto il B&B Ostello del Castello a Tirano. Non fatevi ingannare dal nome perché non ha nulla a che vedere con un ostello. Si tratta di un posticino delizioso frutto del recupero di una casa antica contadina. La struttura ha solo 8 camere arredate in maniera semplice ma con gusto. Una hall molto accogliente, due sale comuni (utilizzate anche per la colazione al mattino), un bar, un terrazzo solarium e una corte interna con dei giochi per i bambini.
Andrea, il proprietario, fornisce tantissimi consigli sul Trenino del Bernina e offre una calorosa accoglienza.
ostello-castello-tirano


Per cena invece siamo andati alla Contrada Beltramelli, a Villa Tirano, un antica contrada sapientemente ristrutturata dove poter gustare piatti tipici valtellinesi. Il prezzo non è troppo economico ma la cena è stata molto buona. Oltre al ristorante sono presenti anche delle stanza nel B&B.

contrada-beltramelli-tirano

Se vuoi rivedere il nostro viaggio sul Trenino del Bernina vai sulla pagina Instagram dove troverai video e storie in evidenza.

NON PERDERTI ITINERARI, IDEE WEEKEND E GITE FUORIPORTA! ISCRIVITI AD APPUNTI IN NEWSLETTER 


guida-trenino-bernina


*Articolo scritto in collaborazione